Chi siamo

L’Asilo Infantile Rigollet nasce dal lascito testamentario dell’8 agosto 1863 di Jean Louis RIGOLLET, che dispone che i suoi beni, non diversamente attribuiti ad eredi, concorrano per l’istituzione di una “Salle d’Asile avec École enfantine”, nella quale siano ospitati bambini di entrambi i sessi di Châtillon, perché possano ricevere un’educazione e un’istruzione adeguata alla loro età.

Con Regio decreto datato 11 maggio 1865 l’Asilo Infantile Rigollet è eretto ad Ente Morale e, con lo stesso Decreto, l’Ente è autorizzato ad accettare i beni legati al testamento. Le volontà testamentarie prevedono che l’Ente sia amministrato dal Parroco e dalla Giunta Municipale.

Con testamento olografo aperto il 25 gennaio 1873, il nipote di Jean Louis Rigollet, François Rigollet, lascia all’Ente una rendita di lire 50 con l’obbligo che l’Ente medesimo assuma il nome di “Institut Rigollet”.

L’Asilo ha sede originaria presso i locali del Convento dei Cappuccini di Châtillon (locali detti Marquisat) ed in quei locali sono ospitati in media più di cento bimbi.

Nel 1957 si trasferisce in un edificio costruito appositamente dal Comune di Châtillon, dove è tutt’ora, e la frequenza varia, a seconda degli anni, da 50 a 90 alunni.

Il primo Statuto organico risale all’ 8 agosto 1877. Lo scopo del pio Istituto è …”preparare l’educazione religiosa, morale e civile dei fanciulli d’ambo i sessi” e “sono ricevuti i fanciulli nati da genitori aventi dimora stabile nel Comune di Châtillon”. E’ retto dal Comitato Direttivo composto dal Curato, dal Sindaco e dalla Giunta Municipale.

Lo Statuto è aggiornato il 1° ottobre 1952; lo scopo dell’Asilo è …”accogliere e custodire gratuitamente nei giorni feriali i bambini poveri del Comune di Châtillon dall’età dai tre ai sei anni…”.L’Asilo è retto dall’Assemblea Generale dei Soci, dal Consiglio di Amministrazione composto dal Parroco, da un membro nominato dal Comune, da un membro nominato dalla Direzione Didattica e da due membri nominati dall’Assemblea.

L’Ente possiede, a seguito di lascito testamentario di Valeria Edvige Giglio Tos, un immobile sito in Châtillon, i cui ricavi sono stati anni addietro, garanzia di sopravvivenza per l’Asilo Infantile.

ED OGGI….

Oggi  l’Asilo Infantile Rigollet è la Scuola dell’Infanzia che trovi al N. 19 di Via Tollen e che accoglie 50 bambini di età compresa fra i 3 e i 6 anni. Con Decreto prot. N. 28967/5/SS datato 31 maggio 2002, l’Assessore Istruzione e Cultura della Regione Autonoma Valle d’Aosta, gli ha riconosciuto lo status di Scuola Paritaria.

Con atto pubblico in data 29 dicembre 2004, a rogito del Notaio Antonio Marzani rep. N. 7960/3542, si è dato corso alla trasformazione dell’Ente Morale in Fondazione, riconosciuta con Decreto della Presidenza della Regione Valle d’Aosta in data 1° agosto 2005.

La gestione della Scuola è affidata al Consiglio di Amministrazione presieduto dal Parroco e composto da sei Consiglieri, in rappresentanza del Comune di Châtillon, dell’Istituzione Scolastica e/o di Enti Territoriali, delle Politiche Educative e Religiose e dei genitori ed ancora esperti in servizi socio-assistenziali o in materia di sicurezza.

Già dagli anni ’30 la funzione educativa è stata affidata alle Suore della Congregazione di San Giuseppe di Aosta che sono rimaste, ininterrottamente, fino all’anno scolastico 2002/2003. Oggi l’insegnamento è affidato a personale laico e per volontà del Consiglio di Amministrazione si mantengono le finalità educative già espresse nel lontano 1873, ottimizzando la realizzazione dell’offerta formativa sul territorio.

La Scuola, come prevede lo Statuto, continua ad avere un indirizzo cattolico. Oltre ad adottare un progetto educativo che cambia per ogni anno scolastico è prevista una specifica programmazione riguardante l’insegnamento della religione cattolica con unità di apprendimento che sono proposte settimanalmente, mentre nel quotidiano si coglie l’occasione di trasmettere il messaggio di Gesù con l’attimo di riflessione e di preghiera la mattina, con il ringraziamento prima del pasto ed ogni volta che si presenta l’occasione.

ORARIO SCOLASTICO E FREQUENZA:

La scuola rimane aperta dal lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 17.30.

In sede di iscrizione il genitore sceglie l’orario di frequenza che durante l’anno non potrà essere variato, se non per valide motivazioni.

Al fine di garantire un adeguato inserimento dei/le bambini/e è opportuno che la frequenza sia il più possibile regolare, favorendo in questo modo i processi di socializzazione e di apprendimento.

ENTRATA tutti i giorni della settimana dal lunedì al venerdì

  • Dalle 7.45 alle 8.00
  • Dalle 8.00 alle 8.30
  • Dalle 8.30 alle 8.55

I Genitori sono tenuti a rispettare gli orari di ingresso ed uscita dei/le bambini/e.

USCITA tutti i giorni della settimana dal lunedì al venerdì

  • Dalle ore 15.55 alle 16.05
  • Dalle ore 16.30 alle 17.00
  • Dalle 17.00 alle 17.25

Solo il mercoledì è consentita un’uscita alle ore 12.00 – in concomitanza dell’uscita degli alunni della scuola primaria del paese – e alle ore 13.30.

Per gli/le alunni/e del 3° anno è invece obbligatoria la frequenza pomeridiana in quanto sono previste attività specifiche in preparazione al passaggio alla scuola primaria (salvo visite mediche o occasionali esigenze familiari).

La giornata scolastica tipo:

La strutturazione della giornata scolastica è pensata per dare ai/le bambini/e punti di riferimento sicuri e costanti, salvaguardare il loro benessere psico-fisico, proporre un armonico alternarsi di attività che richiedono una diversa intensità di impegno: attività libere e strutturate che permettono di fare e riflettere. L’orario di attività didattica è ripartito in cinque giorni settimanali tra le ore 7:45 e le ore 17:30.

DALLE OREALLE OREATTIVITÀ
7.458.15Ingresso fascia 1 gruppo rosso: accoglienza e gioco libero in salone
8.158.45Ingresso fascia 2 verde: accoglienza e gioco libero in salone
8.459.15Ingresso fascia 3 arancione: accoglienza e gioco libero in salone
9.1510.00Spuntino a base di frutta, canzoni e preghiera comunitaria in sezione
10.0011.45Attività didattiche in sezione o nello spazio esterno (incontro settimanale di I.R.C. al giovedì)
11.4512.00Riordino degli spazi utilizzati e preparazione al pranzo
12.0013.00Preghiera di ringraziamento e condivisione del pranzo
13.0013.15Igiene orale
13.1513.30Gioco libero
13.3015.00Il riposo/rilassamento in sezione
15.0015.45Ripresa attività didattiche per i 4 e i 5 anni
15.4017.30Merenda e gioco libero/attività
16.0016.15Uscita prima fascia
16.1516.30Uscita seconda fascia
16.4517:25Uscita terza fascia

Il curricolo della scuola dell’infanzia non coincide con la sola organizzazione delle attività didattiche che si realizzano nella sezione e nelle intersezioni, negli spazi esterni, nei laboratori, negli ambienti di vita comune, ma si esplica in un’equilibrata integrazione di momenti di cura, di relazione, di apprendimento, dove le stesse routine (l’ingresso, il pasto, la cura del corpo, il riposo, ecc.) svolgono una funzione di regolazione dei ritmi della giornata e si offrono come “base sicura” per nuove esperienze e nuove sollecitazioni.

L’apprendimento avviene attraverso l’azione, l’esplorazione, il contatto con gli oggetti, la natura, l’arte, il territorio, in una dimensione ludica, da intendersi come forma tipica di relazione e di conoscenza.